Importante disposizione impartita dal Direttore del Servizio di Polizia Stradale del Ministero dell’Interno con la Circolare del 18 maggio scorso. La norma che con l’articolo 31 della Legge 120 del 2010 sanziona chi, causando o essendo coinvolto in un incidente con uno o più animali coinvolti, non si ferma e non assicura il soccorso degli animali feriti  “deve essere oggetto di una più puntuale e scrupolosa applicazione da parte degli agenti” affinchè “in qualsiasi caso di segnalazione di tali illeciti da parte di persone che vi hanno assistito, siano tempestivamente attivate, in quanto possibile, le ricerche dei veicoli dei responsabili, utilizzando le stesse tecniche operative degli analoghi casi in cui oggetto dell’illecito siano le persone”. “L’attività di contestazione degli illeciti amministrativi può, infatti, essere realizzata anche attraverso un accertamento indiretto del fatto, allo stesso modo in cui la stessa attività è formalizzata per tutti gli altri illeciti amministrativi commessi in occasione di un sinistro stradale al quale non abbia assistito materialmente l’agente accertatore”. La stessa Circolare sensibilizza inoltre gli agenti sulle novità legislative per il contrasto del traffico dei cuccioli dall’Est introdotte dalla Legge 201 del 2010 e indica nella LAV, vista anche la recente e positiva esperienza nel campo dei trasporti di carattere zootecnico, un riferimento sul campo anche per incontri formativi e di supporto “per le Forze di Polizia che operano sulle strade. (…) Un’occasione  di prezioso arricchimento per il personale della Polizia Stradale”.

Fonte: www.lav.it

Categorie: News dal Mondo