L’odio verso un animale o solo il desiderio di eliminare un competitor nella caccia fa fare cose vergognose.
Un uomo di 54 anni della provincia di Chieti è stato denunciato dai Carabinieri Forestale per procurato allarme. Lo scorso 28 marzo aveva segnalato al 112 e al 1515 la presenza di un grosso orso a Carpineto Sinello (Chieti), località Vaccareccia, nel territorio della Comunità montana Medio Vastese, allegando una foto alla sua indicazione.
Il successivo sopralluogo dei Forestali ha escluso la presenza dell’animale in quel luogo; in seguito è stato possibile accertare che la foto risaliva al 2013 ed era stata scattata lungo la statale 17 nel territorio di Pettorano sul Gizio (L’Aquila).
Per tali ragioni l’uomo è stato deferito alla Procura della Repubblica di Vasto, ai sensi dell’articolo 658 del Codice Penale, per aver procurato un allarme presso le Autorità ed ingiustificati timori e
preoccupazioni per la popolazione locale.

Categorie: News