Se le donne al volante sono ancora apostrofate come “pericolo costante” ora si possono prendere una bella rivincita nel condurre a spasso i cani e nel crescerli, perchè con loro gli animali mostrano un comportamento più socievole ed equilibrato rispetto a quelli che passeggiano con un proprietario uomo.
A questa conclusione è arrivato lo studio della Mendel University nella Repubblica Ceca che, attraverso l’osservazione di 2.000 situazioni-tipo di incontri tra cani organizzati in 30 diversi quartieri della città di Brno, sia di giorno che di sera, ha constatato che se a condurli a guinzaglio è un uomo il cane è più incline a entrare in competizione con gli altri cani e a morderli con una percentuale quattro volte superiore al normale. Un atteggiamento non riscontrato quando a tenere il guinzaglio è una donna.
I ricercatori non hanno trovato una spiegazione scientifica del differente comportamento ma suppongono che sia determinato dall’approccio diverso che uomini e donne possono avere con gli animali e dal modo di relazionarsi con loro nei momenti di tensione.
Facile invece l’analisi delle motivazioni che rendono più aggressivo un cane al guinzaglio hanno spiegato i partecipanti alla ricerca: “Questo è probabilmente un riflesso della frustrazione che i cani sentono quando il guinzaglio impedisce loro di esprimere comportamenti di saluto normale, annusarsi, mandare segnali di gioco o di diffidenza”. 

Categorie: Animali e Cultura