Mentre ancora ai nostri giorni si discute se sia possibile autorizzare la sepoltura di una persona con il proprio animale domestico, dal passato ci arriva uno straordinario ritrovamento.
Gli archeologi francesi hanno scoperto la tomba di un bambino piccolo con quello che sembra essere un cane da compagnia risalente al dominio romano di circa 2.000 anni fa nella Francia centrale . Nella fossa, non certo per compagnia ma per sostentamento nel viaggio verso l’aldilà, sono stati trovati mezzo maiale, tre prosciutti e altri tagli di maiale insieme a due polli senza testa.
La tomba è stata rinvenuta durante i lavori all’aeroporto di Clermont-Ferrand. Ad un primo esame la sepoltura contiene i resti di un bimbo di circa un anno e quelli di un cagnolino con un collare ornato da un campanello.
La sepoltura insieme di cane e bambino non è cosa rara perché questa pratica funeraria era già frequente. Tuttavia la scoperta della collana dell’animale, circondata da una targhetta in bronzo, e del suo campanello è veramente eccezionale, senza precedenti.
La ricchezza del corredo funerario fornito al piccolo defunto indicano l’appartenenza ad una famiglia di alto rango.

foto: greenme.it

 

 

Categorie: Animali e Cultura