Stato di preallerta per le Guardie Zoofile dell’Ente Nazionale Protezione Animali che stanno monitorando la situazione creatasi con lo sciopero dei Tir. Il pericolo è che anche i trasporti con animali possano essere coinvolti nel blocco, con conseguenze drammatiche per la loro sopravvivenza. “Le Guardie Zoofile sono pronte a intervenire ove vi fossero situazioni di emergenza. Mi auguro, tuttavia, che ciò non accada. Per questo mi appello alla ragionevolezza degli scioperanti, affinché tengano nella dovuta considerazione le particolari esigenze dei trasporti con animali e non ne ostacolino il transito”, dichiara Marco Bravi, responsabile nazionale del Servizio Guardie Zoofile dell’Enpa. “Infatti, se non vengono nutriti e dissetati, e se non scendono dal trasporto all’interno del quale sono ammassati a decine con poco spazio a disposizione, gli animali da reddito rischiano di avere serissimi problemi di salute che potrebbero causarne anche la morte – prosegue Bravi -. Ricordo inoltre che in questo periodo dell’anno una sosta prolungata con temperature rigide può causare negli animali stati di ipotermie tali da aggravare ulteriormente il loro disagio e la loro sofferenza”. “A nome di tutta l’associazione – aggiunge il presidente nazionale della Protezione Animali, Carla Rocchi – chiedo al Ministero della Salute di tutelare l’incolumità degli animali sospendendo il loro trasporto fino alla revoca dello sciopero.”

Categorie: News dal Mondo