Quattro turisti multati, un quinto denunciato, 265 pietre e conchiglie, 700 grammi di sabbia e una tartaruga viva sequestrati. E’ il bilancio dei controlli eseguiti dalla Guardia di finanza all’aeroporto di Cagliari-Elmas e nel porto del capoluogo sui turisti in partenza. Proprio durante il controllo di un turista calabrese di 45 anni che stava lasciando in auto la Sardegna, i militari delle Fiamme gialle hanno notato sul sedile una piccola scatola di cartone che presentava dei fori sul coperchio: al suo interno era custodita una tartaruga, un esemplare protetto di Testudo Marginata (piu’ comunemente conosciuta come Tartaruga sarda). Il turista si e’ giustificato dicendo che l’aveva trovata sul ciglio della strada. Per il 45enne e’ scattata la denuncia per violazione delle disposizioni in materia di commercio e detenzione di esemplari di fauna e flora minacciati di estinzione. La tartaruga e’ stata affidata alle cure di una clinica veterinaria del capoluogo. In aeroporto, invece, sono state sequestrate complessivamente 253 conchiglie, 12 ciottoli di mare e 700 grammi di sabbia, prelevati illegalmente dalle spiagge sarde. Un 66enne polacco nascondeva in valigia 92 conchiglie rubate dalla spiaggia del Poetto; 64 conchiglie prelevate dalla spiaggia di San Giovanni a Muravera sono state trovate nei bagagli di un 60enne lombardo. Nella valigia di un altro polacco di 39 anni sono state rinvenute 97 conchiglie e 12 ciottoli presi a Mari Pintau, mentre una bottiglia piena di sabbia rubata a Cabras e’ stata trovata nella borsa di una francese di 53 anni. Tutti i turisti dovranno pagare una multa. (ANSA).

Categorie: News