Sono stati due giorni di ansia per quanti a Foligno considerano Mazzini, un giovane esemplare di taccola, una vera e propria “star”, soprattutto tra i giovani. Il piccolo pennuto era scomparso, ma ora, Benedetta Timi che ne aveva segnalato l’allontanamento, ha annunciato tramite l’Ansa che Mazzini è stato ritrovato a Spoleto. “La prima segnalazione che Mazzini si trovasse nello Spoletino mi è giunta la sera di domenica da parte di un ragazzo di Monte Martano” ha detto Timi. “Poi – ha aggiunto – sono stata contattata dalla signora che è riuscita a metterlo al sicuro”.
Sui motivi che hanno spinto il corvo ad arrivare fino e oltre Spoleto ci potrebbe essere anche “il maltempo e in particolare il vento forte che ha spinto Mazzini fuori dai suoi luoghi abituali”, ha spiegato Benedetta Timi. “La mia intenzione – ha concluso – è di continuare a permettergli di essere libero di volare ovunque, con la speranza che non si allontani più così a lungo e per troppo tempo”.
Quella di Mazzini e’ una storia singolare che ha oltrepassato anche i confini nazionali grazie ai racconti pubblicati quasi quotidianamente sulla piattaforma social. “Mazzini – ha raccontato Timi all’ANSA – l’ho trovato, assieme ai miei due figli, lo scorso giugno nel centro storico di Foligno, in via Mazzini e da qui il nome. Era appena uscito dal nido e non sapeva volare”. La donna dopo averlo portato a casa, se ne e’ presa cura e nel frattempo il volatile e’ diventato adulto e autonomo di farsi i suoi giri libero in citta’. “Lo abbiamo allevato permettendogli di volare ovunque – ha aggiunto la donna – e lui, essendo cresciuto con noi, si e’ di fatto umanizzato al punto che non va piu’ a cercare i suoi simili, ma le persone e in particolare e’ attratto dai giovani”. Tanto che la piccola taccola nel corso di questi mesi e’ stata segnalata e filmata-fotografata in prossimita’ o dentro i bar, nelle birrerie e soprattutto nelle aule scolastiche. Insomma, nei luoghi frequentati prevalentemente da ragazzi e ragazze. “Con i quali mostra una assoluta confidenza, tanto che si fa avvicinare e accarezzare”, ha detto ancora la donna. “Mazzini – ha spiegato Benedetta – non e’ nuovo ad allontanamenti, anzi sono quotidiani, ma non ci siamo mai preoccupati perche’ da varie parti della citta’ arrivano sempre segnalazioni che mi rassicurano che sta bene e quindi o lo attendo che ritorni da solo, oppure lo vado a recuperare”. “Ma questa volta e’ stato diverso, perche’ per due giorni non solo non fa ritorno a casa, ma nessuno mi ha segnalato la sua presenza nei vari angoli di Foligno e questo mi ha preoccupa molto”.

Categorie: Curiosità