Il sito della Lav, Lega Anti Vivisezione, da un’ulteriore notizia di come la ricerca possa progredire senza l’impiego e la sofferenza degli animali
(Lav/News vivisezione) Sperimentare terapie personalizzate, farmaci e organi artificiali, senza utilizzare modelli animali: a questo stanno lavorando alcuni ricercatori americani che, utilizzando cellule della pelle prelevate da bambini nati con una malformazione cardiaca rara, hanno creato in laboratorio un tessuto che replica perfettamente quel difetto al cuore.
Il meccanismo che ha permesso al team di Ricardo Dolmetsch, del centro di di Medicina rigenerativa di Stanford, di ottenere il “cuore” artificiale è quello delle staminali IPS, cellule staminali pluripotenti indotte, grazie al quale delle cellule adulte, in questo caso prelevate dalla pelle, sono riprogrammate come staminali embrionali, quindi in grado di generare qualsiasi altra cellula funzionale e organo. I “donatori” sono bambini con la sindrome di Timothy, una patologia genetica molto rara che causa l’autismo e un’aritmia fatale per il cuore.
Questo filone di ricerca offre importanti speranze di cura per i malati e conferma che l’abbandono del modello animale a fini sperimentali non solo è possibile ma è necessario tanto sul piano scientifico, per rendere la ricerca davvero efficace e utile, quanto sul piano etico per non continuare a sacrificare nei laboratori milioni di animali.

Per maggiori informazioni: Vivisezione, Test sostitutivi

M.F.

Categorie: News dal Mondo