Aveva dato numerosi pugni al suo cane, al parco, ma le telecamere di sorveglianza hanno ripreso tutta la scena. Così l’autore di questo terribile gesto, con la prova delle riprese, è stato processato per maltrattamenti: il giudice lo ha condannato a a 23 settimane di carcere, a una multa di 115 sterline e gli ha posto il divieto di possedere cani per dieci anni.
È successo a Parsons Close, Newbury, nel Regno Unito. La vicenda di Robert Black, di 51 anni e del suo cane maltrattato è stata ripresa dal Secolo XIX di Genova, che ha pure pubblicato il video. Sorprende – favorevolmente – il tempo trascorso dal maltrattamento alla condanna: l’episodio incriminato è del 21 ottobre scorso, la condanna è dell’altro giorno. Tra l’altro, l’uomo è stato tratto in arresto mentre si trovava ancora al parco dalla Polizia, chiamata da alcuni testimoni del gesto.
Per fortuna, il cane non è rimasto gravemente ferito.
«Black ha dimostrato una significativa crudeltà nei confronti del suo cane dandogli un pugno sul muso diverse volte, senza preoccuparsi del suo benessere”, ha dichiarato l’agente investigativo David Burleigh, come riporta Il Secolo XIX . “Questo comportamento – ha aggiunto – è chiaramente inaccettabile per il proprietario di un animale domestico e sono lieto che non solo abbia ricevuto una pena detentiva per le sue azioni, ma che gli sia stato vietato il possesso di animali per i prossimi 10 anni. Prendiamo sul serio fatti come questi e cercheremo di indagare e agire contro chiunque commetta questo tipo di reato».

Categorie: News dal Mondo