A Londra la giovane Jaqueline Traide, vestita solo di una tuta color carne, ha messo in atto una protesta scioccante contro i test cosmetici fatti sugli animali.
La giovane in una vetrina di un negozio di Londra della Lush, catena specializzata in prodotti non testati su cavie & co.,  si è stottoposta a tutti gli interventi che normalmente subiscono gli animali usati come cavie per fare test sui cosmetici. I passanti hanno assistito inorriditi alla sua forma di protesta. Ha provato l’angoscia, il dolore come se fosse una cavia di laboratorio sottoponendosi alla tortura di una serie di test durata dieci ore. Le sono state fatte ingurgitare sostanze con un divaricatore, applicate sul viso creme con urticanti e allergenie iniettate negli occhi sostanze irritanti. Tutte pratiche molto violente e dolorose che portano quasi sempre le cavie alla morte e ad essere gettate poi come una cosa inutile di cui disfarsi.

Categorie: Curiosità