Gatto al guinzaglio nel centro commerciale. La notizia data da latinapress.it  conferma che anche nel capoluogo pontino si sta diffondendo la moda (osteggiata e contestata da parecchi animalisti) di andare a passeggio con il proprio micio al guinzaglio come se fosse un cane. Nel caso in questione, come si nota nell’immagine, il protagonista è un signore che passeggia nel centro commerciale più importane di Latina con un bellissimo gatto. La presenza di tante persone non sembra spaventarlo: il gattino appare proprio a suo agio.
Gatti al guinzaglio: una moda folle di alcuni proprietari o, piuttosto, una pratica che ha una senso? A rispondere al quesito è l’esperta di comportamento animale americana Sherry Woodard che ha spiegato perché anche i mici dovrebbero avere la possibilità di camminare con le loro zampe in mezzo alla natura. Per prima cosa, sostiene la Woodard, portare un gatto a fare una passeggiata gli regala una vita più ricca, soprattutto se solitamente vive in un appartamento.
I mici amano esplorare, annusare, osservare e rotolarsi per terra e, soprattutto, amano graffiare degli alberi veri. Quando il micio è fuori casa, inoltre, usa il suo cervello in modo differente e soprattutto è più riflessivo. “Il gatto ragiona di più, ragiona su come usare il suo corpo e infine sperimenta meglio gli odori – ha detto la studiosa – In questo modo sono più brillanti e si tengono impegnati“. Certo, le prime volte, a molti gatti potrebbe mancare la sicurezza necessaria per uscire in strada, ma dopo un po’ di prove e di tentativi tutto andrà per il meglio. Se avete deciso di sperimentare il guinzaglio, quindi, per motivi di i, è fondamentale iniziare l’allenamento tra le mura domestiche.

Categorie: Curiosità