Abbandonati in un casolare di campagna, legati a catena senz’acqua, cibo e riparo. Quattro cani hanno ritrovato la libertà grazie all’intervento delle guardie ecozoofile Oipa di Modena che, dopo alcuni sopralluoghi effettuati presso un cascinale di Limidi, una frazione di Soliera, hanno messo sotto sequestro i cani. Legati con una catena lunga tre metri, priva di cavo di scorrimento, i quattro cani erano abbandonati a loro stessi, senza acqua né cibo, immersi nel fango e completamente esposti alle intemperie. Le tre cucce di cui disponevano erano rotte e fatiscenti, piene di buchi, rottami e sassi, mentre un telone che ricopriva un mezzo agricolo era l’unico riparo per il quarto animale, privo di cuccia.
Per i proprietari, che al momento del sequestro si sono rifiutati di presentarsi (“sono solo animali” è stata la risposta fornita alle guardie) è scattata la denuncia penale per maltrattamento di animali e sanzioni pecuniarie per mancanza di microchip e costrizione alla catena. I quattro cani, tutte femmine, sono stati recuperati dai volontari del canile intercomunale di Carpi, in provincia di Modena, a cui sono stati affidati in attesa delle disposizioni della procura. (nelcuore.org)

Categorie: News dal Mondo