Ha salvato la vita al suo padrone grazie a guaiti e ululati. Willi è il cane-eroe premiato in Liguria con il “premio fedeltà” alla 58esima edizione dedicata ai quattrozampe che hanno compiuto, a loro insaputa ma neanche tanto, atti eroici. Bisogna riavvolgere il nastro della cronaca e tornare indietro sino a sabato primo dicembre 2018: in via Piave. nel rione cagliaritano di Sant’Avendrace, crolla una palazzina. Pochi minuti prima, Enrico Cardia, falegname e proprietario dello spazio al primo piano dello stabile, porta da mangiare al suo cane, Willi. Che lo accoglie non con le “classiche” feste, ma abbaiando e ululando senza un apparente motivo. E invece, è stato proprio quel suo comportamento, decisamente insolito, a salvare la vita all’uomo, che è uscito in strada pochi secondi prima del crollo. Sul posto erano intervenuti poi i Vigili del fuoco, che avevano fatto evacuare ua decina di persone per motivi di sicurezza.
Se oggi il falegname è vivo deve tutto al suo Willi, premiato al concorso ligure in ex aequo con i cani intervenuti durante la tragedia di un anno fa del Ponte Morandi.