A Milano uno stabile confiscato alla criminalita’ organizzata, che ospitava un night club,
diventera’ dal prossimo inverno un rifugio per i senzatetto e i loro cani con 50 posti letto. 
L’edificio di due piani, confiscata nel 2010, si trova in via Ripamonti 580 per un totale di 500 metri quadrati, a cui si aggiungono un terrazzo e un giardino recintato.Dopo la sperimentazione dello scorso inverno, quando la struttura e’ stata aperta da gennaio a maggio per offrire un servizio notturno a cinquanta persone senza dimora nei mesi piu’
freddi, il Comune di Milano ha deciso di destinarla in modo permanente all’ospitalita’ di chi non ha una casa e vive per strada.
L’amministrazione entro settembre lancera’ un avviso pubblica per trovare soggetti disponibili a co-progettare il servizio.
Chi si candidera’ dovra’ avere competenze anche nella tutela dei diritti degli animali o nella gestione di parchi canili. Per il mantenimento della struttura il Comune ha previsto un
finanziamento di 584 mila euro.
“Abbiamo pensato di dedicare la struttura di via Ripamonti all’accoglienza dei senzatetto che hanno un animale – ha commentato in una nota l’assessore alle Politiche sociali e abitative, Gabriele Rabaiotti -, perche’ spesso sono proprio loro i cosiddetti irriducibili della strada, quelli piu’ refrattari ad accettare il ricovero nei centri comunali”. 
Il centro rimarra’ aperto 24 ore su 24 per permettere agli ospiti di viverlo come una casa e di usufruire di percorsi di inclusione sociale che comprenderanno, dove possibile, l’accesso
a tirocini, borse lavoro e tutto cio’ che e’ necessario per l’avviamento all’autonomia.(ANSA).

Categorie: News