Introdurre un sistema di identificazione e registrazione a livello Ue di cani e gatti. Lo chiedono i deputati della Commissione ambiente dell’Europarlamento in una risoluzione che denuncia i limiti dell’attuale passaporto per animali domestici, con documenti “spesso contraffatti con l’aiuto di veterinari complici”, si legge in una nota dell’Eurocamera. Gli eurodeputati chiedono misure per aiutare i Paesi dell’Ue a contrastare il traffico illegale di animali domestici e per il benessere dei cani e dei gatti in Europa, tramite l’armonizzazione dei sistemi di registrazione ed identificazione negli Stati Membri. Qualcosa che valichi i confini degli Stati, in particolare una piattaforma Ue che renda reciprocamente compatibili e colleghi le banche dati nazionali utilizzate per identificare e registrare cani e gatti.

 

Categorie: News