Poteva proprio finire male la storia di Jeck un barboncino innamorato del suo padrone Palmiro Andreoli,71 anni, pensionato di Sondrio, passeggiando  in bicicletta lungo il fiume Adda, incidentalmente cade e finisce nel fiume. L’incidente non è gravissimo, ma è necessario il ricovero in ospedale . Jeck, il suo inseparabile amico a quattro zampe con cui Palmiro divide ogni momento della giornata, non si rassegna a questa separazione, aspetta di rivederlo con ansia, non può stare senza lui. Dall’impazienza dell’attesa Jeck si lascia andare ad una cupa disperazione e smette di mangiare fino a rischiare di morire. Ma il triste epilogo è scongiurato grazie alla premura di Luciano Violante amico di Palmiro Andreoli, ed ex consigliere comunale di Sondrio che facendo leva sulla sensibilità dei medici dell’ospedale riesce a far incontrare Jeck e Palmiro durante il ricovero. Il barboncino un po’ rincuorato riprende poco a poco a mangiare e a ritrovare le forze.  Dopo un mese di separazione ora Palmiro e Jeck sono di nuovo insieme  più felici e inseparabili che mai.

Questo è solo uno dei tanti episodi che testimoniano come l’affetto degli animali verso le persone che amano sia incondizionato e senza fine anche a costo della vita

Categorie: Storie del cuore