Buone notizie per l’orso marsicano. Nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, nel 2018 sono stati contanti ben 11 cuccioli della specie, che è di interesse comunitario e a rischio estinzione. Secondo il Parco, rispetto alle stime del 2011 e 2014, la popolazione di orso marsicano Ë sicuramente stabile con alcuni segnali di miglioramento che arrivano dal numero dei cuccioli nati, dal numero delle femmine riproduttive, dai genotipi rilevati e
dalle femmine che si sono riprodotte fuori Parco e Zpe (Zona di
protezione esterna). Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise è il
luogo strategico per la tutela dall’estinzione di circa 45-55 esemplari di orso bruno marsicano.
Nel Parco nazionale della Majella, poi, il 12 giugno del 2018 l’orsa Peppina è stata avvistata accompagnata da tre cuccioli, un evento definito ‘eccezionale’. Non Ë la prima volta, infatti, che una femmina di orso si riproduce nel Parco della Majella, era già successo nel 2014, ma questa volta sono addirittura tre i nuovi nati e da una madre molto particolare. Peppina era stata catturata e munita di radiocollare a Scanno nell’agosto 2012 e dal 2013 vive stabilmente fuori dal Parco nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise e dalla sua Zpe, seguita e monitorata anche dai tecnici della riserva regionale Monte Genzana e Alto Gizio e da quelli del Parco Nazionale della Majella.
I dati sull’orso marsicano sono contenuti nel dossier ”Biodiversità a
Rischio” diffuso da Legambiente in occasione della giornata mondiale
della biodiversità.

Categorie: News