Per gli orsi l’inverno è la stagione del letargo ma in Trentino alcuni esemplari sono al contrario rimasti svegli e vaganti.
Non è la sola volta che questo fenomeno accade anche se il clima abbondantemente nevoso dovrebbe favorire il riposo invernale. Lo dice il rapporto di dicembre 2020 sui grandi carnivori del Servizio fauna della Provincia autonoma di Trento. In particolare, in dicembre sono risultati essere ancora parzialmente attivi almeno tre nuclei famigliari composti da femmine con piccoli dell’anno (uno sul Brenta meridionale, due in val di Sole), un orso singolo in val Daone, uno in destra val di Sole, un altro in sinistra val di Non, e, soprattutto, un orso quasi adulto che in Destra Anaunia ha causato diversi danni su composter e pollai e ha predato un vitello a Tuenno, ferendone altri tre a Flavon. Di notte – prosegue il rapporto del Servizio faina – il plantigrado e’ stato avvistato sia nel centro abitato di Tuenno che in quello di Flavon. Qui le unita’ cinofile del Corpo forestale trentino lo hanno allontanato con pallettoni in gomma e utilizzando i cani da orso.
Speriamo che tutto questo non aumenti le ricorrenti manifestazioni di intolleranza verso i plantigradi. già mostrate nel territorio

Categorie: News