L’orango tende la mano ad un una guardia forestale immersa in uno stagno pieno di serpenti. Ma l’uomo che fa? Incredibilmente rifiuta l’aiuto….
La notizia, diffusa da metro.co.uk  e riportata sul sito della Leidaa, ci parla di un premuroso
“orangutan che tende la mano a un uomo immerso fino al petto nell’acqua per liberare lo stagno dai serpenti, nemici giurati degli oranghi. La grande scimmia sembra preoccupata per la sorte dell’uomo. La foto pubblicata dal sito d’informazione britannico è parte di una serie in successione ed è stata scattata in un’area forestale protetta nel Borneo, dove le specie in pericolo sono difese dalle incursioni dei cacciatori. Secondo , l’autore della foto, Anil Prabhakar, stava facendo trekking con i suoi amici quando ha visto l’uomo – una guardia forestale che stava eliminando i serpenti per proteggere gli oranghi – sprofondato fino al petto nel fiume. In quel momento la scimmia curiosa è uscita dalla boscaglia e ha teso la mano all’uomo apparentemente in difficoltà. Il fotografo dilettante ha poi rivelato che la guardia ha rifiutato l’aiuto dell’orangutan: “E’ un animale selvatico”, ha spiegato.
Difficile dire se l’interpretazione più naturale (per noi) della scena è quella giusta. Ci piace pensare che, per un attimo, la barriera tra le specie sia caduta e che la grande scimmia antropomorfa abbia visto nell’uomo un “parente” bisognoso d’aiuto. E gli abbia teso la mano
La guardia, che ben conosce gli umani, forse, non avrà voluto consentire alla scimmia una rischiosa confidenza. (Foto:SWNS)” (nelcuore.org)

Categorie: News dal Mondo