New York si spegne per aiutare gli uccelli migratori. Il Governatore dello Stato, Andrew Cuomo, ha annunciato che dalle 23 fino all’alba tutte le luci non necessarie degli edifici pubblici dovranno essere spente durante le stagioni migratorie che hanno il loro picco in primavera e in autunno.
Si ritiene infatti che gli uccelli migratori, durante le ore più buie, utilizzino le stelle per navigare lungo il loro percorso e che quindi possano essere disorientati dalle luci artificiali che a volte, accecandoli, li inducono a schiantarsi contro i grattacieli. Il fenomeno, noto come “attrazione fatale luminosa”, ogni anno provoca la morte di oltre un miliardo di uccelli in tutti gli Stati Uniti.
Sono milioni gli uccelli che attraversano il territorio di New York,  lungo l’Atlantic Flyway, una delle quattro principali rotte migratorie in Nord America. E ora gli animali che passano sopra la città di notte avranno maggiore possibilità di raggiungere la loro destinazione.
Lo Stato si unirà così ad altri ben noti punti di riferimento di New York, come il Rockefeller Center, il Chrysler Building e il Time Warner Centrer, che hanno già aderito al programma della National Audubon Society. “Si tratta di un semplice passo per proteggere questi uccelli migratori che abitano le foreste, i laghi e i fiumi di New York”, ha detto Cuomo in un comunicato.
Cuomo ha anche annunciato il lancio del sito Internet ‘I Love NY Birding’ che fornirà informazioni utili agli appassionati di ‘bird  watching’ sui luoghi dello Stato dove è possibile vedere da vicino le numerose specie animali della regione.
La National Audubon Society lavora già con le altre grandi città per proteggere gli uccelli, tra cui Baltimora, Chicago e San Francisco. Ad essere influenzati dalle luci sono per lo più gli uccelli canori migratori come capinere, tordi e passerotti più che gli uccelli locali, che imparano dove poter volare in sicurezza.

Categorie: News dal Mondo