Burian e le intense nevicate di questi giorni hanno destato preoccupazione anche per i nostri amici a quattro zampe. Un consigliere comunale aveva lanciato un allarme per le condizioni degli ospiti dei canili di Bologna e di Castel Maggiore e fatto un report poco rassicurante: “Le rigide temperature, unite alle abbondanti piogge dei giorni scorsi, hanno lasciato il segno, con diverse aree allagate e ghiacciate. Si sono ghiacciate anche le ciotole d’acqua all’interno dei box nonostante siano riscaldati”.
La questione, in tempo di elezioni, è poi portata sul tema politico e della gestione delle strutture: “Oltre al bando per la gestione del canile che mi auguro sarà più generoso dei precedenti, sono necessari interventi strutturali per garantire una permanenza dignitosa ai cani durante le temperature più estreme. Più confortevole la sistemazione dei gatti anche se fa rabbia avere un gattile nuovo di zecca a pochi metri e non poterlo utilizzare per i “ricatti” del Comune ci Castel Maggiore che nega l’agibilità degli spazi.”
Oggi la replica del Comune di Bologna: “Al Canile comunale di Trebbo di Reno tutti i box dove sono alloggiati i cani sono riscaldati tranne uno sul quale è in atto un intervento di manutenzione. Va però ricordato che i box sono dotati di aperture dirette con l’esterno e, nel caso delle temperature rigide di questi giorni, l’assenza totale di ingressi di aria fredda è praticamente impossibile”.
“Nelle ultime settimane, grazie al lavoro dei volontari – continua la nota che arriva da Palazzo d’Accursio – si è ottimizzato un canale di comunicazione per lanciare in modo tempestivo la segnalazione in caso di malfunzionamento dell’impianto di riscaldamento. Il servizio di manutenzione interviene infatti in modo tempestivo ogni volta che parte una segnalazione. Così è stato anche per l’ultimo intervento eseguito lunedì 26 febbraio per controllare le due caldaie di 48 box; le caldaie sono risultate funzionanti ed è stata anche aumentata la temperatura per avere più caldo. In questo momento è in atto un solo intervento all’interno di un box. Per assicurare il massimo del confort vengono utilizzate anche lampade a infrarossi per i cani anziani convalescenti e i cuccioli”.

Categorie: News dal Mondo