Nemo, l’inquilino a 4zampe dell’Eliseo, adottato dal Presidente Macron e da sua moglie Brigitte, è il testimonial di una campagna anti-abbandono e di un appello perché a Natale si adottino i cani meno fortunati dei canili.
Nemo, incrocio tra un labrador e un grifone,  è protagonista credibile perchè lui stesso, quando circa due anni, nel 2017,  ha lascito il canile per andare a vivere con la coppia presidenziale che lo aveva adottato.
Nel video dell’appello, Nemo parla della sua esperienza, raccontando la sua storia di abbandono e la nuova vita all’Eliseo, residenza del presidente francese Eliseo, il  video è stato diffuso su tutti i canali social presidenziali. Nel video, Nemo scodinzola, abbaia e fissa con i suoi occhioni dolci, mentre sotto il suo muso scorre la “traduzione” del suo messaggio: “Non abbandonate gli animali e sostenete l’adozione”. Con questa modalità viene comunicato ai francesi il piano d’azione per promuovere l’adozione degli animali, per il quale verranno stanziati 20 milioni di euro, e per avvisare che i maltrattamenti sugli animali saranno puniti più pesantemente.
Viene, inoltre, annunciato che a gennaio il parlamento francese continuerà a discutere un disegno di legge che mira a “migliorare le condizioni di detenzione di animali domestici ed equini”, in particolare attraverso la creazione di un certificato di proprietà, perché le adozioni siano consapevoli e perché “il tuo animale domestico – come recita lo slogan della campagna di sensibilizzazione – fa parte della tua famiglia e conta su di te”.
Emmanuel Macron approfitta di ogni occasione per stare con Nemo anche quando la presenza di ospiti ufficiali lo permette. Anche quando Nemo fece pipì su un caminetto dell’Eliseo durante una riunione del Governo.

Categorie: News dal Mondo