Nel raid Usa che ha portato alla morte di Abu Bakr Al-Baghdadi non ci sono state vittime o feriti tra i soldati statunitensi, ma è invece rimasto ferito uno dei cani speciali delle forze Usa che hanno partecipato all’azione nel covo del Califfo. E’ stato questo cane-eroe a inseguire il numero uno dello Stato islamico nei sotterranei del bunker, fino a bloccarlo  in un cuniculo cieco e dunque portandolo a farsi esplodere. A darne notizia lo stesso Presidente USA parlando dalla Casa Bianca.
Per motivi di sicurezza, il nome di questo agente non è stato reso pubblico, ma la sua foto sì. Donald Trump ha diffuso su Twitter l’immagine del soldato a 4zampe . «Abbiamo desecretato – scrive il Presidente  – la foto di un meraviglioso cane (il nome resta segreto) che ha fatto una gran lavoro nel catturare e uccidere il leader dell’Isis, Abu Bakr al Baghdadi!». Nell’esplosione il soldato a 4zampe è rimasto ferito, fortunatamente senza gravi conseguenze e si sta riprendendo perfettamente tanto che è già tornato in servizio con il suo conduttore.
Nel 2011, un cane della stessa razza di nome Cairo prese parte al raid che portò alla morte di Osama bin Laden.

Categorie: News dal Mondo