E’ venuto alla luce presso il bioparco Ramat Gan Safari di Tel Aviv, in Israele, un cucciolo di Felis margarita conosciuto come Gatto delle sabbie, la nascita, anche se avvenuta in cattività, rappresenta un evento straordinario perché è la prima di cui si ha notizia da molti anni e la razza a cui il micino appartiene è da un decennio inserita tra quelle in via d’estinzione ritenuta da molti già scomparsa da Israele e che solo pochi esemplari siano presenti nel deserto arabico e nei deserti di Pakistan ed Iran.
Il Gatto delle Sabbie allo stato libero trova il suo habitat ideale nei deserti di sabbia dove riesce a vivere senza quasi bisogno di acqua ricavando i liquidi necessari direttamente dalle sue prede rappresentate da roditoeri, insetti e piccoli rettili che caccia con il buoi favorito dalle sue grandi orecchie che lo aiutano a individuare le prede.
Poco più piccolo del gatto domestico, questo predone del deserto, ha un aspetto non solo molto gradevole ma anche funzionale a vivere in zone torride tra le più inospitali della terra.
Grazie al suo mantello color sabbia appena striato di scuro riesce a mimetizzarsi perfettamente sia tra le dune che sui terreni rocciosi sfuggendo così ai suoi predatori ma avendo la possibilità, non visto, di sorprendere le sue prede. Il morbido mantello nella parte inferiore delle zampe presenta peli molto lunghi come a formare una barriera per i polpastrelli proteggendoli nel contatto con la superficie infuocata del deserto. Il Gatto delle Sabbie ha una struttura fisica che gli consente di affrontare escursioni termiche dai ?5 °C ai 52 °C senza particolari disagi.  
Il bioparco Ramat Gan Safari ha salutato il lieto evento come un segnale di speranza per riuscire a salvare questa specie a rischio che conta non più di 150/200 esemplari anche grazie all’accoppiamento di esemplari non consanguinei ospitati in altri bioparchi senza tralasciare la fecondazione artificiale in vitro come praticato con altri animali in via di estinzione.

Foto: http://www.imageshack.us

Categorie: News dal Mondo