Due anni di reclusione per una donna aostana di 44 anni conduttrice di Alex, un pitbull dal carattere difficile che ha assalito una signora sessantenne causandole gravi lacerazioni. La donna è stata ritenuta responsabile di lesioni personali aggravate; per l’accusa era a conoscenza della “estrema aggressività” del cane. Il pitbull tra il 2013 e il 2016 aveva già morso altre quattro persone. Invece è di due mesi la pena richiesta per Alex Alliod, il proprietario di 26 anni, imputato per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità. E’, infatti, accusato di non aver rispettato gli obblighi (museruola, guinzaglio, custodia, frequentazione di corsi per il cane e l’accompagnatore, assicurazione civile) previsti da due ordinanze del sindaco. La sentenza del gup è attesa il 19 marzo prossimo.
I fatti risalgono al 7 novembre 2017, quando il pit-bull “Axel”, che – secondo le indagini – la proprietaria stava portando a passeggio senza museruola nel centro di Aosta, le era sfuggito, scagliandosi su una passante. La donna aveva riportato gravi lesioni al braccio – guaribili in 113 giorni – con “possibile compromissione della piena funzionalità dell’arto”. La donna morsa è in attesa del processo per una giusta punizione per il malgoverno del cane alla base dei suoi problemi

Categorie: News