Chi ama gli animali deve essere presente giovedì 12 marzo dalle ore 15:00 in Piazza del Campidoglio a Roma, alla manifestazione nonviolenta “Gli animali non sono vite di serie B”.
Questo l’appello delle associazioni animaliste organizzatrici Animalisti Italiani, Enpa, Lav e Oipa.
Le associazioni animaliste hanno deciso di scendere in piazza per dare voce agli animali della Capitale, traditi dalla Sindaca Virginia Raggi e dalla sua giunta che, in circa quattro anni di governo della citta’, non hanno realizzato una virgola di quanto promesso in campagna elettorale e previsto dal loro stesso programma elettorale in tema di diritti animali.
Le varie forme di violenza e maltrattamento, sia fisiche che psicologiche, di cui soffrono gli animali di Roma, non conoscono sosta e si consumano nell’indifferenza e nel silenzio assordante dell’amministrazione comunale.
Le associazioni animaliste, in un comunicato stampa congiunto, citano alcune gravi questioni tuttora irrisolte e che dimostrano la noncuranza della giunta Raggi verso la questione animale:
• mancata vigilanza a tutela dei cani e dei gatti ospitati nelle strutture comunali e convenzionate;
• mancata abolizione delle botticelle, neppure limitate nei parchi;
• mancata trasformazione del Bioparco, largamente finanziato dal Comune, in centro di recupero per animali selvatici;
• mancata limitazione all’attendamento dei circhi;
• firma del protocollo ammazza-cinghiali siglato con la Regione Lazio;
• colonie feline abbandonate a se stesse;
• animali sul territorio, nei campi rom e non solo.

A questo, si aggiungano le segnalazioni delle associazioni animaliste ignorate da sempre, sia dalla Sindaca che dagli uffici del Comune di Roma.

Per tali motivi le associazioni animaliste hanno deciso di organizzare la manifestazione di protesta il 12 marzo alle 15:00, proprio in concomitanza del consiglio comunale che si terrà a pochi metri, nell’Aula Giulio Cesare.
Le associazioni promotrici invitano tutta la cittadinanza romana a partecipare alla manifestazione, che e’ aperta a tutte le sigle e realta’ animaliste.