Non abbiamo più avuto notizie del cigno del lago di Garda a Brenzone a cui dei mascalzoni hanno distrutto a sassate le sue uova. A poco è valso il tentativo di mamma cigno di proteggere i suoi cuccioli con il suo corpo, sotto il peso dei sassi sono morti tutti.
Speriamo che il dolore non l’abbia uccisa come una mamma cigno morta di “crepa cuore” a Bolton, lungo il canale di Manchester. E’ morta di dolore che per la perdita dei suoi piccoli ancora non nati uccisi da alcuni giovani che hanno distrutto il nido in cui si trovavano le uova.
Il Manchester Evening News ha riportato che qualcuno ha visto un gruppo di adolescenti lanciare mattoni e pietre il 20 maggio scorso, in direzione dell’isola dove il cigno aveva deposto le uova. Dopo l’atto crudele, sono rimaste integre solo tre uova.
I volontari della fauna selvatica che tenevano d’occhio la cova, hanno scoperto che nelle ultime settimane nel nido  era rimasto un solo uovo.
All’inizio della scorsa settimana, la mamma cigno a è stata trovata morta nel suo nido e l’attivista Sam Woodrow ha commentato così: “Non c’è molto che posso dire. Probabilmente è morta per il cuore spezzato perché aveva un compagno per la vita e lui se n è andato per via dello stress”.

 

Categorie: News dal Mondo