La Gran Bretagna proibirà la vendita di cuccioli di cani e gatti nei negozi di animali: una misura che punta a reprimere lo sfruttamento e gli abusi sugli animali. Il governo ha detto che emanerà un decreto legge il prossimo anno, dopo aver tenuto consultazioni pubbliche che hanno rivelato il sostegno del 95% degli inglesi per il divieto.
“La nuova legge prevede che chiunque cerchi di acquistare o adottare un cucciolo al di sotto dei sei mesi debba trattare direttamente con l’allevatore o con un centro di reintroduzione degli animali”, ha dichiarato il Dipartimento per l’ambiente e gli affari rurali (Defra).
La misura è comunemente chiamata “legge di Lucy” in onore di un Cavalier King Charles Spaniel che è stato salvato da una fattoria di cuccioli in Galles nel 2013. Lucy, che è morta nel 2016, ha passato la maggior parte della sua vita in una gabbia e non è stata in grado di riprodursi a causa della mancanza di movimento della sua gabbia.
Il governo ha detto che la nuova legge potrebbe aiutare a “porre fine alle terribili condizioni di benessere che si riscontrano nell’allevamento di cuccioli e risolvere una serie di problemi esistenti in materia di benessere degli animali”.

Categorie: News dal Mondo