A causa della sua disabilità, dovuta alla toxoplasmosi contratta da cucciolo, Lazzaro ha una vita più simile a quella di un cane – perché non è indipendente – ma felice e piena d’amore.
A raccontare la sua storia è il sito di Wamiz.
In ipotermia e completamente paralizzato, pensavano fosse morto quando lo hanno raccolto in un campo nella provincia di Arezzo nel novembre del 2013. E invece Lazzaro ha sorpreso tutti e oggi quel cucciolo spaventato è diventato un gattone dolcissimo, felice nonostante la sua disabilità. (video)
L’inizio della nuova vita
Lazzaro non è un gatto indipendente, ma nonostante questo Elena Pecchi non ha mai smesso di credere in lui e a incoraggiarlo a migliorare. Quando ha saputo che si trovava da un mese chiuso in una gabbietta dal veterinario e che presto sarebbe stato soppresso, non ci ha pensato due volte: lo ha accolto in affido temporaneo nella sua casa di Arezzo per aiutarlo a tornare a camminare e rimetterlo in forma prima di darlo in adozione.
Ma «ci siamo innamorati perdutamente, sarebbe stato impossibile darlo via», racconta Elena, che da allora fa di tutto per permettere a Lazzaro una vita piena.

Per proseguire la lettura cliccare qui

Categorie: Curiosità