Un leone ha aggredito ed ucciso una ragazza di 22 anni nel centro naturalistico di Burlington, in North Carolina (Stati Uniti). La giovane vittima, Alexandra Black, era appassionata di fauna selvatica e lavorava da dieci giorni come stagista nello zoo, in cui si occupava delle pulizie. Per cause ancora da accertare, l’animale è uscito dal recinto, che doveva essere chiuso, ed ha assalito la ragazza. Nonostante l’intervento del personale del centro, che ha abbattuto il leone e soccorso la 22enne, la ragazza è deceduta per le lesioni riportate.
A rendere nota la triste notizia è stato lo stesso centro in un comunicato: “Il Conservators Center è devastato dalla perdita di una vita umana . Mentre una squadra guidata da un guardiano professionista stava pulendo una gabbia, uno dei leoni è riuscito a fuggire dall’area in cui era rinchiuso ed è entrato nello spazio in cui si trovavano gli uomini, uccidendo rapidamente una persona. Il modo in cui il leone è stato in grado di lasciare il recinto chiuso rimane sconosciuto al momento, e il leone non ha mai lasciato il perimetro recintato del parco”.
Il parco, che rimarrà chiuso per qualche giorno dopo questa tragedia, ha offerto le sue condoglianze alla famiglia della vittima.  Il leone è stato abbattuto in modo che il corpo della giovane donna potesse essere recuperato, ha precisato ancora il centro. Alexandra Black era una neolaureata dell’Indiana University. Lo zoo in cui ha iniziato a lavorare ospita decine di animali e 21 specie diverse, per un totale di circa 80 animali, tra cui grandi felini come tigri, leopardi e leoni.

Categorie: News dal Mondo