Sabato 30 aprile ad Alassio (Savona), a partire dalle ore 11.00 in via Dante, l’Ente Nazionale Protezione Animali celebra la ricorrenza del centoquarantennale dalla fondazione, posando una piastrella commemorativa sul celebre “muretto di Alassio”, una vera e propria “Hall of Fame” con le “firme” di alcune tra le più autorevoli personalità del ventesimo e ventunesimo secolo. A seguire, dalle 11.30, è previsto un incontro con le autorità e i giornalisti; interverranno l’Assessore Monica Zioni, il presidente nazionale dell’Enpa, Carla Rocchi, il responsabile del Centro Nazionale Comunicazione e Sviluppo di Enpa, Marco Bravi. Nel corso della presentazione, che si svolgerà presso il Pontile Bestoso a bordo del motoveliero Maud, i relatori faranno il punto sulle città a misura di animali, con particolare focus sulle spiagge aperte ai quattrozampe e sulla stagione estiva 2011, e consegneranno all’Assessore Zioni una targa di riconoscimento per le attività a favore degli animali, svolte anche in sinergia con l’Enpa. Per i giornalisti l’appuntamento è il 30 aprile ad Alassio, dalle ore 11.00, in via Dante presso il “muretto” di Alassio per la posa della piastrella Enpa e dalle ore 11.30 presso il Pontile Bestoso, a bordo del Maud, per la presentazione di “140 anni di Enpa, un cammino verso le città degli animali.” Decorato e colorato dalle piastrelle “firmate” da alcune tra le più notemurrtto_alassio_320x200 celebrità dell’arte, dello spettacolo e dello sport, il “muretto” di via Dante in origine era soltanto – per dirla con le parole del pittore alassino Mario Berrino – “un rustico muricciolo che arginava il giardino pubblico”. Il manufatto diventò un monumento a partire dal 1951 quando lo scrittore Ernest Hemingway si fermò ad Alassio e posò alcune piastrelle irregolari. Alle piastrelle di Hemingway seguirono quelle del Quartetto Cetra e di Cosimo di Ceglie. Con il passare degli anni, il “muretto”, che oggi conta circa 500 “firme” illustri, è diventata un vero e proprio punto di riferimento per l’intera città; un luogo dove a San Valentino si danno appuntamento anche gli innamorati. Il Maud è il motoveliero dell’Enpa. Già impegnato nella campagna “Salviamo il Mare”, che lo scorso hanno ha toccato molte delle più note località turistiche italiane per svolgere compiti di divulgazione ambientale, il “23 metri” della Protezione Animali è salpato dal porto di Fiumicino alla volta di Alassio dove attraccherà nel pomeriggio del 29 aprile.

Categorie: News dal Mondo