Stando alle analisi dei ricercatori i vitellini avrebbero infatti delle personalita’ molto stabili, mentre con il passare del tempo gli umori dei bovini diventerebbero piu’ mutevoli e imprevedibili, per poi tornare quieti in eta’ adulta. “Le mucche cambierebbero la loro personalita’ in base alla maturazione sessuale, probabilmente a causa dei cambiamenti fisiologici che si verificano nei loro corpi, proprio come accade negli esseri umani”, spiega il team di ricerca. “Questi cambiamenti rischiano di essere accelerati in condizioni di gestione commerciale, come la separazione immediata dalle madri”, aggiungono gli studiosi. Il team di ricerca ha analizzato circa 90 esemplari di bovini appartenenti alla razza Holstein, originaria della Germania e dei Paesi Bassi e nota per la particolare capacita’ di fornire grandi quantita’ di latte. “Abbiamo sottoposto le mucche a dei test della personalita’ separandole dal resto del branco e analizzando i loro comportamenti in presenza di un essere umano o di un oggetto sconosciuto. In base alle loro reazioni abbiamo potuto riconoscere degli indicatori di malumore, audacia, voglia di esplorazione dell’ambiente e curiosita’”, proseguono i ricercatori. “Il minor livello di coerenza e’ stato individuato durante il periodo della puberta’. I cambiamenti fisiologici che avvengono durante la maturazione sessuale potrebbero spiegare l’incoerenza nei tratti della personalita’”, spiega ancora il team, sottolineando l’importanza dello studio per la gestione del bestiame nelle industrie lattiero-casearie. “Il benessere degli animalie’ direttamente collegato alla loro salute e quindi alla produttivita’. Mucche tranquille consumeranno piu’ mangime, produrranno piu’ latte e avranno una crescita migliore rispetto agli esemplari meno stabili”, concludono i ricercatori.

Categorie: News