La storia del gatto Pikachu è di quelle che in breve diventano virali sul web. Non è infatti consueto che un micio defunto il gatto finisca nello spazio. Ma tant’è e le ceneri di Pikachu verranno spedite  nello spazio: il suo ultimo viaggio costera’ al proprietario 5.000 dollari, grazie ad un’azienda americana chiamata Celestis che offre questo tipo di servizi anche per esseri umani. L’urna con le ceneri dell’amato felino verra’ posizionata in orbita intorno alla Terra, dove restera’ finche’ non rientrera’ in atmosfera, vaporizzandosi come una stella cadente in un estremo saluto. Pikachu non sara’ il primo gatto ad andare nello spazio: questo primato spetta a Felicette, una randagia francese che venne lanciata nel 1963 su un razzo Ve’ronique AG1 e ritorno’ sana e salva dopo un breve volo. Il proprietario di Pikachu, Steve Munt, ha lanciato una raccolta fondi sul sito GoFoundMe per chiunque volesse contribuire all’ultima avventura del felino, e ha gia’ raccolto piu’ di 1.500 dollari.
Le ceneri di Pikachu non saranno le prime di un animale a lasciare il nostro pianeta: l’azienda Celestis ha gia’ lanciato i resti di due cani, Apollo e Laika. Tra le opzioni proposte, i proprietari hanno anche la possibilita’ di spedire i loro amici a quattro zampe sulla Luna, come e’ avvenuto nel 1998 per l’astronomo americano Eugene Shoemaker, co-scopritore della cometa Shoemaker-Levy 9, o perfino di acquistare un biglietto di sola andata per lo spazio profondo.