PARLIAMO DELLA COLITE DEL CANE E GATTO.  (parte 1°) 

Articolo redatto e fornito da:
CLINICA VETERINARIA “VILLA ANDREINA”
Via di Saponara 701 – 00125 Roma
0652310302 – 065214522 

La diagnosi delle patologie del colon del cane e gatto, si basa sulla raccolta del racconto del proprietario, l’esame clinico, l’esame delle feci, le radiografie ed eventualmente lo studio radiologico con mezzo di contrasto (ovvero una sorta di “vernice” che colorando per poco tempo la parte del colon, ne consente la visualizzazione con la radiologia), ma soprattutto l’esame di conferma per una diagnosi di certezza è la colonscopia con biopsie ed esame istologico.  L’ecografia è uno studio poco idoneo alla valutazione del colon per la forte presenza di materiale fecale che provoca sbarramento fisico al passaggio degli echi utili a creare l’immagine.

Il percorso è lungo e difficile e non privo di trappole diagnostiche.

La prima difficoltà che incontrerà il medico veterinario di fronte ad un cane o gatto con diarrea, è la distinzione tra patologie del piccolo (chiamata DIGIUNO) o grosso intestino (chiamata CRASSO), o patologia che coinvolge entrambe i settori.
CONTINUA…

L’ARTICOLO COMPLETO E’ DISPONIBILE GRATUITAMENTE PER GLI UTENTI REGISTRATI.

SCARICA IL PDF COMPLETO DI QUESTO ARTICOLO