Chi è Alfie? Cosa accade al marinaio senza nome, unico superstite, dopo che la sua nave baleniera è stata affondata? E chi sono Zimbo, Smacky e Smoky?
“La balena blu”, il libro scritto da Alessandro Giudice e edito da Lapis è un racconto per giovani adulti accompagnato dalle illustrazioni visionarie di Cristiana Falcoz e dall’introduzione di Sea Shepherd.
Il libro è “un’umile prosecuzione ideale di Moby Dick” di Melville e parte proprio da cosa è successo subito dopo che la balena bianca distrugge la baleniera. Il libro inizia con il confronto tra Alfie, la balenottera azzurra e la balena bianca. “Perché l’hai fatto?” Gli chiede Alfie. “Ormai si era fissata con me e stava inseguendomi dappertutto. Volevo essere lasciato in pace. Non potevo fare altro che distruggerla”.
“Le nuove generazioni – spiega l’autore, Alessandro Giudice – hanno sensibilità maggiore, il punto è come mettere in pratica questa consapevolezza. Il libro pone proprio questo problema”.
“Alla fine di ogni capitolo – afferma l’illustratrice, Cristiana Falcoz – chiudevo gli occhi e aspettavo che arrivasse una visione e iniziavo a disegnare. Nelle immagini c’è la voglia di vivere, la bellezza della natura. Dobbiamo tornare ad amarla. Tutti gli animali devono essere in equilibrio, in armonia. Il libro è un ode all’armonia. L’armonia intorno a noi è la cosa più bella”.
“Questo libro – conclude Giudici – risveglia la sensibilità degli adulti, la capacità di poter essere ancora bambini e poter cogliere il senso del vero”.

Categorie: Animali e Cultura