Le api che abitavano all’interno di 3 arnie sulla cima della famosa Cattedrale di Notre Dame sono sopravvissute all’enorme incendio di lunedì 15 aprile, nonostante il tetto sia stato quasi completamente distrutto. Le immagini del video mostrano tutte e 3 le arnie – ricovero artificiale per colonie di api domestiche – che inizialmente si ritenevano andate distrutte. Una delle foto scattata da un drone mostra le arnie, cerchiate di rosso, ancora al loro posto, miracolosamente intatte, anche dopo l’inferno di fuoco che ha avvolto la cattedrale. L’impresa di apicoltura parigina Beeopic ha scritto in un post sui social: “Le api della Nostra Signora sono ancora vive!”, postando poi l’immagine di un gruppo di api su uno dei gargoyles della cattedrale.
Prima che si diffondesse la notizia, l’apicoltore della cattedrale Nichola Géant aveva dichiarato ad Australian Broadcasting Corporation che era probabile che le api fossero sopravvissute a quell’inferno: “Ci sono circa 60.000 api per arnia e noi ne abbiamo 3. Penso e spero che le api siano sopravvissute. C’è stata una grande relazione tra la chiesa e le api per secoli”. Le arnie occupano il tetto della storica cattedrale gotica dal 2013, quando sono state posizionate lì come parte di un progetto di biodiversità urbana di Parigi.

 

Categorie: News dal Mondo