“Siamo impegnati a livello europeo per ottenere un allentamento della disposizione di tutela per i lupi, in quanto l’animale non rientra più tra le specie minacciate di estinzione”. Lo ha detto l’assessore altoatesino, Arnold Schuler, che ha incontrato contadini e gestori di alpeggi per discutere del problema della presenza di lupi e delle razzie negli alpeggi. E’ di oggi la notizia di allevatori che hanno riportato le pecore anticipatamente negli ovili a valle, dopo che alcuni capi erano stati azzannati all’alpeggio. Non si sa se gli allevatori si fossero dotati di cani pastore e recinzioni elettriche rivelatisi validi dissuasori per i predatori.
Oltre che in Europa, sul piano nazionale, ha aggiunto l’assessore, “siamo al lavoro per definire il cosiddetto piano di gestione del lupo” ed “è in elaborazione una norma di attuazione che nelle situazioni di necessità concederà alla Provincia la facoltà di prelevare lupi e orsi”. Per i grandi predatori, infatti, la competenza è statale e lo spazio di manovra della Provincia è più ridotto. L’Alto Adige è troppo densamente abitato rispetto alla presenza di lupo e orso”.

Categorie: News dal Mondo