Per amore di Attila, un gallo di razza Orpington che aveva importato ancora nel suo uovo direttamente dall’Irlanda, un’imprenditore vicentino ha lasciato la sua azienda. Tra l’uomo e il gallo un rapporto affettivo speciale come quello che abitualmente ci regalano i nostri animali d’affezione. A raccontarcela ilgiornaledivicenza.it
Il gallo è nato a Posina due anni fa, in un’incubatrice, assieme ai suoi sei tra fratelli e sorelle di razze differenti. Attila è un gallo definito di razza pesante, conosciuta e rinomata in tutto il mondo. Infatti con i suoi quasi 5 chili, con un piumaggio ricco e soffice, docile e tranquillo caratterialmente, è diventato ufficialmente il re del pollaio e l’amico inseparabile di Fabio, originario di Polegge ma ora trasferitosi ai piedi del Pasubio.
«Se mi siedo vicino a lui nel pollaio – racconta Fabio – come faceva da piccolo, viene ancora in braccio a farsi accarezzare. Lui è nato in cucina, da piccolissimo usciva dal gruppo, saltava sulle mie ginocchia, poi sulla tavola e veniva in cerca di cibo da me. Ancora oggi, quando mi vede, mi salta sul braccio e si appollaia per farsi un riposino». Le galline e i galli sono quindi per Fabio e sua moglie, parte integrante della famiglia. «Passo ore nel pollaio a coccolarle, non posso vivere senza galline, pulcini, galli, sono la mia passione e loro ricambiano con il tutto il loro amore». Bassan ha ceduto le sue quote dell’azienda che aveva a Caldogno ed ha deciso di cambiare vita. Sarà uno dei più originali partecipanti all’edizione on line di “Schiodinzolando”, l’iniziativa promossa per domenica 24 maggio dall’Enpa Schio – Thiene.

Categorie: CuriositàNews