In questi giorni il Principe Harry, convinto animalista e ambientalista, in veste di rappresentante della casa reale inglese, durante il suo viaggio in Malawi, ha voluto ribadire la sua vicinanza ai volontari e i ranger impegnati a proteggere gli animali vittime del bracconaggio come elefanti e rinoceronti, alcuni rimasti orfani e altri sottoposti alla crudele asportazione delle zanne da parte dei bracconieri. Il Principe Harry ha dedicato parte della sua sosta  a un’iniziativa per la difesa degli alberi e al contrasto alla caccia di frodo. Il duca di Sussex ha partecipato a una dimostrazione di caccia ai bracconieri tenuta da rangers locali e militari britannici nel parco naturale di Liwonde. Poi ha deposto una corona in memoria del soldato britannico Mathew Talbot, ucciso quest’anno mentre era di pattuglia contro la caccia illegale.
Harry aveva lanciato questa mattina un appello agli internauti perché postino foto di alberi su un account Instagram del National Geographic, dove sarà ospite. Harry “vuole incoraggiare persone di tutto il mondo a condividere la bellezza degli alberi”, ha spiegato un comunicato di Buckingham Palace. La campagna è ispirata all’impegno della Regina Elisabetta per la conservazione di foreste e parchi naturali. La protezione dell’ambiente “è fondamentale per la nostra sopravvivenza”, ha scritto Harry in un articolo apparso oggi sul Daily Telegraph.
La visita in Malawi arriva al termine della visita di dieci giorni compiuta da Harry in Africa australe.

Categorie: News dal Mondo