“Vaccinare”’ il gatto per evitare l’allergia al padrone. È il meccanismo di uno speciale siero, già testato con successo su 54 gatti, messo a punto da un’équipe dell’università di Zurigo che ha recentemente pubblicato i risultati sul Journal of Allergy and Clinical Immunology. I ricercatori stimano, in tre anni, di poter commercializzare il particolare vaccino, a cui stanno lavorando da 10 anni e che è già stato battezzato HypoCat. Il prodotto, secondo i ricercatori, ha il doppio obiettivo di proteggere la salute dei proprietari e ridurre gli abbandoni dei felini legati a questo problema. La cosiddetta ‘allergia ai gatti’ in realtà è legata al contatto con una proteina, la Fel-d1, presente in particolare nella saliva, nelle ghiandole sebacee e quindi sul pelo dell’animale e nei minuscoli frammenti di pelle secca (‘forfora’) che vengono rilasciati nell’ambiente domestico. In una persona allergica il contatto con la proteina innesca il rilascio di istamina e, di conseguenza, i diversi sintomi fastidiosi, dagli starnuti al prurito fino alle crisi d’asma. Il vaccino studiato dai ricercatori svizzeri punta ad ‘armare’ il sistema immunitario dei gatti contro la proteina ‘nemica’, innescando così una reazione autoimmune controllata, in modo da non creare conseguenze negative sugli animali. I test già realizzati sui 54 gatti hanno mostrato una notevole riduzione di Fel-d1 e questo potrebbe tagliare l’incidenza di allergie e asma legate all’esposizione a lungo termine agli allergeni.
Per approfondire meteoweb.eu

Categorie: Curiosità