Ha ritrovato il gattino, che aveva smarrito da cinque anni, grazie al particolare della sua coda e al buon cuore e all’intuito di due volontarie che si erano prese cura del randagio.
“Non avrei mai pensato di poterlo riavere tra le mie braccia. E’ stato il più bel regalo per il nuovo anno”, racconta commossa Ilaria Donati, la proprietaria del micio di colore arancione che ora ha otto anni.
Il protagonista della storia a lieto fine si chiama Harimao che, in lingua malese, significa tigre. E proprio come Sandokan, la famosa tigre della Malesia, il gattino ha vissuto una vita avventurosa, unica nel suo genere.
Tutto inizia nel settembre del 2012 a Kuala Lumpur, capitale della Malaysia, dove il marito di Ilaria, sottufficiale della Marina Militare, si è trasferito con la famiglia.
“Un giorno – racconta la giovane donna ternana – trovammo per strada il gattino. Pesava appena 120 grammi e aveva un occhio ancora quasi chiuso. Ci fece troppa tenerezza e lo portammo a casa. I miei due bambini ne furono entusiasti. E in breve diventò il peluche della famiglia, pieno di vizi e di coccole. Per richiamare l’attenzione faceva un miagolìo davvero singolare ed era come se chiamasse mamma. Due anni dopo, a causa del lavoro di mio marito, rientrammo in Italia e anche Harimao ci seguì sull’aereo per Roma. All’arrivo ci rimase male. Non gradì affatto il viaggio sulla stiva e il distacco dalla sua famiglia. Per qualche giorno restò in disparte, ma poi tutto tornò come sempre nella nostra nuova sistemazione”.
Ilaria tornò ad abitare a Terni, sua città natale, con il marito e i figli. Harimao aveva dimenticato la Malesia, ma non il suo istinto per l’avventura. E così una sera di maggio del 2015 saltò dalla finestra al primo piano e scomparve nel nulla………

Per continuare a leggere l’avventura di Harimao cliccare qui

 

 

 

Categorie: News