L’allontanamento del il nostro compagno di vita (a 4zampe) è un dolore immenso. Non ci si rassegna, si fanno mille ipotesi e soprattutto si continua a sperare. Così è stato anche per Maggie Welz, una donna americana che aveva perso Tiger, il suo gattino, scappato di casa nel 2008.
Dopo 11 anni, però aveva perso ogni speranza, invece l’incredibile è successo. Tiger era stato microchippato e questo ha permesso al felino,di riunirsi alla sua famiglia, nello stato di New York, dopo undici anni.
Secondo quanto riporta Metro.Uk, il piccolo Tiger si era unito ad una colonia felina di Hyde Park e da anni veniva accudito a distanza dai volontari del Dutchess Coutny Spca. Aveva tre anni quando approfittò di una porta lasciata aperta per prendere la via di fuga. Nel 2016 la volontaria Carol O’Connel riuscì ad avvicinarsi abbastanza per sottoporlo a un controllo veterinario e a scoprirne le origini.
Tiger, che oggi ha 14 anni, non era un randagio, ma aveva un microcip grazie al quale i veterinari sono riusciti a rintracciare la sua famiglia. A quel punto grande è stata la sorpresa di Maggie nel rivedere il gattino. La donna ha sempre sperato che fosse vivo. “Avevamo il cuore spezzato – ha raccontato Maggie alla Abc7 – Quando ci siamo trasferiti abbiamo chiesto ai nuovi proprietari di farci sapere se Tiger tornava, se lo vedevano in giro”.
“Ora sono felice ma vorrei conoscere dove e come ha vissuto tutti questi anni, protetto da una buona stella”.

 

Categorie: News dal Mondo