Il rapporto tra un quattrozampe e il padrone si basa sull’amore ma è anche importante capire il proprio cane o gatto. Loro fanno di tutto per capirci, per assecondare i nostri desideri, ma noi siamo in grado di fare altrettranto?
La Provincia di Roma, proprio per insegnare ai più giovani cosa bisogna sapere quando si decide di prendere un animale, ha varato il progetto “Educanimal” una serie di incontri destinati agli studenti delle scuole superiori della Capitale e della Provincia.
A fare da testimonial e madrina d’eccezione Franca Valeri, che da anni si batte per i diritti degli animali e si prende cura di quelli che sono stati meno fortunati nel suo rifugio a Trevignano Romano.
Gli incontri di Educanimal si sono tenuti presso l’istituto Leon Battista Alberti e al Rossellini, la scuola di cinematografia e televisione, poi al liceo classico Mamiani, a concludere il tour sarà il liceo scientifico Vian di Trevignano Romano.
Tutti gli studenti hanno partecipato all’iniziativa mostrando entusiasmo e interesse a conferma del valore del progetto come ha commentato l’Assessore alle Politiche Giovanili Patrizia Prestipino: “La partecipazione e l’attenzione che gli studenti stanno dimostrando ai nostri incontri ci dice che l’iniziativa ha imboccato la strada giusta e che i ragazzi rispondono attivamente ai valori positivi, se stimolati e sollecitati. Molti di loro, alle fine del dibattito, ci chiedono anche come fare per diventare volontari dell’ associazione animalista Franca Valeri onlus”.
Le lezioni si sono svolte con la partecipazione, nel ruolo di insegnanti, di veterinari, educatori, volontari dei canili che hanno, con parole semplici e dirette, fatto capire ai giovani cosa significhi avere a cuore il benessere e la salvaguardia degli animali soprattutto quando si decide di adottare un cucciolo. Bisogna essere ben cosci che un animale ha bisogno di attenzioni, di cure e quando si prende un amico a quattrozampe deve essere per sempre. Si è parlato anche del triste fenomeno del randagismo, di cosa fare quando ci si imbatte in un cane abbandonato ma non sono mancati anche i consigli pratici sulla scelta degli accessori per un cane.
Agli studenti è stato chiesto di fare un piccolo calcolo aritmetico, quello che dovrebbe fare ogni persona che decide di prendere un animale: sottrarre dalle ore di una giornata quelle impegnate per il lavoro, lo studio, altre attività e il sonno per rendersi conto se quelle che restano sono sufficienti ad accudire e far viver felice un animale. Un concetto ribadito anche dall’Assessore Prestipino:
“Prendersi cura di un cane, o di qualsiasi altro animale richiede responsabilità, impegno e devozione: valori fondamentali nel processo di crescita dei nostri ragazzi”. 

Foto: www.cani-francavaleri.org

Categorie: Animali e Cultura