Allestire uno ‘zoo’ con alcuni degli animali e delle refurtive sequestrate dal Comando forestale dell’Emilia-Romagna per sensibilizzare i bambini delle scuole elementari al rispetto dell’ambiente. E’ successo stamattina a Bologna, dove una tigre e un leone imbalsamati hanno fatto da sfondo a borse e portafogli di pitone, zanne di elefante e pelli di coccodrillo. Cosi’, alcuni studenti delle elementari, non solo hanno ascoltato i ‘numeri’ degli illeciti registrati nel 2018 dai Carabinieri, ma hanno anche toccato con mano alcuni gli oggetti sequestrati. Una mattinata in cui i Carabinieri hanno anche presentato la relazione annuale sui reati commessi nel 2018: 541, di cui 213 per la tutela del territorio, 142 in ambito di discariche e inquinamento e 16 legati ad incendi. Gli illeciti amministrativi invece, sono 2.413 (su 42.433 controlli effettuati), per un importo di sanzioni da quasi 1,5 milioni (1.479.000 euro). Tra questi, si segnalano in particolare quelli connessi al bracconaggio ittico, ossia la pesca illegale del pesce siluro nel fiume Po da parte di bande organizzate e la cosiddetta ‘uccellagione’, ossia “la captazione di animali che sono stati catturati illecitamente e poi reinseriti nel mercato legalmente”, spiega Giovanni Giove, comandante del Corpo forestale, aggiungendo che sono recenti i due sequestri alla fiera ornitologica di Reggio Emilia e a quella di Cesena. Ma i Carabinieri hanno invitato i bambini per “sensibilizzare su alcuni crimini, come ad esempio quello del traffico internazionale di piante e animali di specie protette”.
Nessun risultato trovato per i termini di ricerca Allestire uno ‘zoo’ con alcuni degli animali e delle refertive sequestrate dal Comando forestale dell’Emilia-Romagna per sensibilizzare i bambini delle scuole elemantari al rispetto dell’ambiente. E’ successo stamattina a Bologna, dove una tigre e un leone imbalsamati hanno fatto da sfondo a borse e portafogli di pitone, zanne di elefante e pelli di coccodrillo. Cosi’, alcuni studenti delle elementari, non solo hanno ascoltato i ‘numeri’ degli illeciti registrati nel 2018 dai Carabinieri, ma hanno anche toccato con mano alcuni gli oggetti sequestrati. Una mattinata in cui i Carabinieri hanno anche presentato la relazione annuale sui reati commessi nel 2018: 541, di cui 213 per la tutela del territorio, 142 in ambito di discariche e inquinamento e 16 legati ad incendi. Gli illeciti amministrativi invece, sono 2.413 (su 42.433 controlli effettuati), per un importo di sanzioni da quasi 1,5 milioni (1.479.000 euro). Tra questi, si segnalano in particolare quelli connessi al bracconaggio ittico, ossia la pesca illegale del pesce siluro nel fiume Po da parte di bande organizzate e la cosiddetta ‘uccellagione’, ossia “la captazione di animali che sono stati catturati illecitamente e poi reinseriti nel mercato legalmente”, spiega Giovanni Giove, comandante del Corpo forestale, aggiungendo che sono recenti i due sequestri alla fiera ornitologica di Reggio Emilia e a quella di Cesena. Ma i Carabinieri hanno invitato i bambini per “sensibilizzare su alcuni crimini, come ad esempio quello del traffico internazionale di piante e animali di specie protette”.
Per l’occasione, Cites Bologna, la sezione della Forestale che controlla il commercio degli animali protetti, ha presentato il nuovo calendario 2019 dedicato alla cooperazione internazionale.
Nel 2018 i Carabinieri di Cities, presenti su tutto il territorio nazionale con 35 nuclei, in Emilia-Romagna hanno effettuato 395 controlli e di questi 24 non erano conformi alla
legge per un totale di 18 sanzioni amministrative. “Non importa fare grandi gesti, ma non dobbiamo sprecare il patrimonio naturale e tutti devono collaborare per fermare il traffico delle specie esotiche”, dice Laura Guerrini, agente del corpo forestale che, ironicamente, invita le maestre presenti all’incontro a far
scrivere un tema ai ragazzi sull’importanza della tuteladell’ambiente e, in particolare, delle specie protette.

Categorie: Animali e Cultura