Una gattofioriera è stata installata Latiano (Brindisi) in un punto frequentato da gatti appartenenti ad una colonia felina registrata presso il Comune. I gatti presenti sono stati tutti sterilizzati e microchippati. La colonia è seguita giornalmente da curatori e curatrici che provvedono a sfamarli e curarli.
Questa gattofioriera (video) rientra tra gli obiettivi di un progetto pilota patrocinato dall’Ente Nazionale Protezione Animali Enpa e concordato con la Regione Puglia. L’intero progetto denominato “I felini di Puglia”, a cui la sezione Enpa di Latiano ha aderito nel 2016, è stato ideato e attuato dalla Dottoressa Mariagrazia Distante volontaria Enpa Sede Centrale. Con l’ausilio di tale progetto, tutte le colonie feline presenti nel Comune di Latiano sono state censite per poter poi accedere alle sterilizzazioni gratuite presso l’ASL come previsto dalla legge L.R 12/95 e dalla legge Nazionale 281/91.
Questa gattofioriera di legno e’ stata realizzata dai ragazzi della Comunità Emmanuel di Villa Castelli (BR) grazie a donazioni pervenute con una crowdfunding organizzata dal gruppo operativo “I felini di Brindisi”. I gatti che vivono liberi sul territorio appartengono al Patrimonio Indisponibile dello Stato e la legge ne vieta lo spostamento dal loro habitat (sia esso pubblico o privato). La mangiatoia e’ stata donata al Comune di Latiano con l’auspicio di migliorare il decoro urbano del punto di alimentazione e nel contempo sensibilizzare la cittadinanza al rispetto e salvaguardia dei felini presenti in città.
I volontari Enpa di Latiano ringraziano il Sindaco Cosimo Maiorano, l’assessore Tiziana Rizzo e tutta l’amministrazione Comunale per la sensibilità e la collaborazione dimostrata nell’aderire al progetto “I felini di Puglia” e verso la salvaguardia degli animali.
«Le gattofioriere non sono soltanto funzionali, sono anche un piacere per gli occhi: si inseriscono alla perfezione nel contesto urbano della città e si armonizzano con esso, diventando un vero elemento di decoro. Questo – ha commentato la presidente nazionale di Enpa, Carla Rocchi – è un altro punto di forza del progetto “Felini di Puglia” perché valorizza ancora di più la presenza dei felini e ne rafforza il legame con il territorio. Essi diventano cioè portatori di bellezza».

Categorie: Curiosità