Il Parlamento europeo ha deciso di vietare i fondi Ue della Politica agricola comune (Pac) per gli allevamenti dei tori destinati alle corride. La nuova norma è stata richiesta dai Verdi e approvata dall’Aula, che l’ha inserita nella proposta di riforma della Pac che sarà adesso negoziata con gli Stati membri.
Nel testo si introduce il divieto di sovvenzionare “il bestiame la cui destinazione finale è la vendita per le attività di tauromachia, direttamente o tramite intermediari”. L’emendamento proposto dai Verdi europei, è stato sostenuto dai socialisti, dai liberali, dalla Sinistra unitaria (UI, Podemos e Bildu) e dal Movimento 5 stelle.
“L’emendamento approvato chiarisce che il Parlamento europeo non sostiene la tauromachia e non vuole finanziare alcuna attività di allevamento che sia direttamente o indirettamente legata alle corride”, ha affermato l’eurodeputato Florent Marcellesi, aggiungendo che ora “saremo pienamente mobilitati per garantire che questa vittoria parlamentare sia mantenuta nei negoziati tra il Parlamento europeo e il Consiglio europeo”. Si tratta, infatti, di un passo non definitivo, poiché il Parlamento deve ancora negoziare con il Consiglio degli Stati membri e la Commissione europea il testo finale della Pac. Già cinque anni fa il Parlamento aveva votato contro i sussidi per l’acquisto o vendita di animali destinati alle corride, ma il testo finale della Pac aveva poi respinto l’emendamento.(agrifoodtoday.it)

 

Categorie: News dal Mondo