L’Ente Nazionale Protezione Animali, rappresentato dalla Presidente Nazionale Carla Rocchi, e dall’avvocato Claudia Ricci, e l’Arma dei Carabinieri (Comando Unità per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare) – con il Generale Antonio Ricciardi – hanno firmato questa mattina un protocollo d’intesa per rafforzare le sinergie sul terreno della prevenzione e del contrasto dei reati contro gli animali. L’intesa, sottoscritta a Roma nella Caserma Salvo d’Acquisto, si inserisce nel quadro di una più ampia collaborazione dell’Arma con le associazioni di tutela dell’ambiente e degli animali, finalizzata alla difesa del patrimonio paesaggistico, ambientale e forestale, e alla diffusione della cultura della legalità. Le convenzioni sottoscritte dai Carabinieri e dalle Associazioni prevedono attività di reciproco supporto e collaborazione.
L’accordo tra l’Arma e l’Ente Nazionale Protezione Animali si caratterizza per la forte specializzazione sul versante delle “sinergie giudiziarie”. «Già oggi lavoriamo a stretto contatto con i Carabinieri, anche per quanto riguarda la segnalazione, la prevenzione e la repressione dei reati in danno agli animali, quali l’abbandono, il maltrattamento, l’uccisione», ha detto Carla Rocchi sottoscrivendo la convenzione, che ha aggiunto: «Tuttavia, la convenzione firmata oggi ci permette di fare un ulteriore salto di qualità perché ci consente di creare una corsia preferenziale non solo per l’attività ordinaria – penso ad esempio alle tante iniziative di sensibilizzazione, formazione e comunicazione promosse anche a livello locale – ma, soprattutto, per le denunce e le attività di indagine contro i reati in danno agli animali, che registrano un crescente attenzione da parte della Magistratura e delle forze di Polizia».
Tra i punti più significativi del protocollo, l’individuazione da parte dell’Arma di un referente locale al quale l’associazione possa, anche attraverso le proprie le proprie Sezioni territoriali, segnalare oppure chiedere informazioni su attività sospette o illecite. Si crea in tal modo una rete territoriale permanente tra Arma dei Carabinieri e Sezioni Enpa, per un sempre più attivo contrasto dei reati in danno agli animali.

In fotto (da sinistra verso destra): Carla Rocchi, Antonio Ricciardi, Claudia Ricci