I koala, tesoro nazionale australiano, già a rischio di estinzione, sono gravemente minacciati dagli incendi che divampano sulle zone arbore della costa sud-est australiana.
Il salvataggio di due esemplari di koala è solo una goccia nel disastro dei fuochi che mettono a rischio la vita di tanti altri rari marsupiali. Come riporta La Presse l’allerta arriva dai servizi veterinari. I koala “sono senz’acqua da giorni, non ci sono più le foglie che forniscono loro il 65% dell’acqua che assumono”, ha spiegato Sue Ashton, presidente dell’ospedale veterinario di Port Macquarie che ha accolto i due animal. Il primo animale, chiamato Corduroy Paul, è stato trovato disidratato, rannicchiato al suolo, a circa 400 km da Sydney. Ora “sta bene”, ha dichiarato Ashton. Anche l’altra koala recuperata, Anwin, è stata curata per disidratazione.
Il governo australiano aveva già deciso di stanziare 30 milioni di euro per salvare questo marsupiale, icona del Paese minacciato dalla perdita del habitat, dall’inquinamento dovuto alle auto, dai cambiamenti climatici, dagli attacchi dei cani, dalle malattie e ora anche dagli incendi nelle foreste .
Secondo le stime della Australian Koala Foundation i marsupiali rimasti in natura oggi sarebbero poco più di 43mila. Un numero molto basso considerando che prima dell’insediamento umano nel continente, avvenuto nel 1788, la specie raggiungeva i 10milioni di esemplari.

 

Categorie: News dal Mondo