Non è per dare dei cani ai politici in lizza per le elezioni al Parlamento Europeo, (magari fossero parimenti affidabili e sinceri) ma come riporta il sito di TgCom24, il Centro Cinofilo della Viola, in provincia di Milano, ha voluto lanciare un’elezione a 4zampe per “sensibilizzare il pubblico al rispetto per gli animali”. E la promessa è una sola: “Il vincitore eletto si comporterà meglio degli esseri umani”.
Le elezioni a cui parteciperanno tre candidati si terranno il 30 maggio
Tre cani per tre posizioni diverse: Juno (il progressista), Krey (il conservatore) e Letsim (il moderato). E ognuno con idee politiche diverse. Ma per cosa si candidano? I tre cani si sfidano per l’ambita carica di primo sindaco di “Cinofila”, un’immaginaria città che corrisponde all’intera provincia di Milano e avrà il suo municipio a Marcallo con Casone, città in cui si trova l’associazione promotrice della campagna.
Ma le elezioni sono vicine e a pochi giorni dal 26 maggio impazza la battaglia tra i tre cani. Le questioni sono diverse: cibo, prima di tutto, ma anche quella la spinosa del guinzaglio. In ogni caso i tre cadidati si dicono disponibili a chiarimenti e interviste.
La questione in realtà è seria. Lo ribadisce Michele Caricato, istruttore canino e responsabile della campagna elettorale dei tre cani, spiega che “nel mondo cinofilo, così come in politica, perdiamo troppo tempo a fare discussioni. Lo scopo di queste elezioni è quello di porre attenzione sulla dignità degli animali, che sono membri della famiglia a tutti gli effetti. I nostri candidati insegneranno agli uomini come trovare un punto di incontro per il benessere comune”.