Un gruppo cinese per la protezione degli animali si è unito alle piattaforme online di Alibaba per avviare un piano volto ad alleviare le sofferenze degli animali randagi.
Lunedì 9 novembre la Aita Foundation for Animal Protection ha detto di aver istituito con le piattaforme digitali di Alibaba per la vendita al dettaglio e gli acquisti di gruppo Tmall Pet, Juhuasuan e Alibaba Foundation un fondo benefico da un milione di yuan (circa 151.200 dollari statunitensi) e acquistato cibo dal valore di un milione di yuan destinato agli animali randagi.
Come parte del piano, i partner affronteranno alcuni problemi di basilare sopravvivenza degli animali randagi, come la fame e la sterilizzazione, e spingeranno le persone a prestare attenzione e a partecipare al salvataggio degli animali randagi in modo da migliorare la loro condizione.
Solo nel 2019, la dimensione del mercato cinese per gli animali domestici ha raggiunto 202,4 miliardi di yuan, in crescita del 18,5 percento rispetto all’anno precedente, mentre il tasso di proprietà degli animali domestici ha raggiunto il 23 percento, in crescita del 4 percento rispetto all’anno precedente.
Allo stesso tempo, l’abbandono di animali domestici e la riproduzione incontrollata hanno anche causato molti problemi sociali.
Gli animali randagi a cui non è stata trovata una sistemazione adeguata infatti minacciano la salute e la sicurezza pubblica.
Attualmente, l’82 percento delle ferite causate da animali randagi sono causate da cani e il 12 percento da gatti.
L’iniziativa della fondazione Aita riunirà la forza delle organizzazioni benefiche e delle piattaforme online per gli animali domestici al fine di migliorare congiuntamente il benessere degli animali e attirare maggiormente l’attenzione dell’opinione pubblica sulle condizioni degli animali randagi.

Categorie: News dal Mondo